','auto');ga('send', 'pageview');

19 - Blog - Studio Amich - Consulting Engineers

Vai ai contenuti

Menu principale:

PREPARARSI ALLA RIAPERTURA: ADEMPIMENTI EMERGENZA COVID-19 PER AZIENDE E IMPRESE

Studio Amich - Consulting Engineers
Pubblicato da in CONSULENZA ·
Tags: Covid19revisioneDVRprocedureprotocollocovid19obbligosanificazioneambientidilavoro


Con l'approssimarsi della riapertura prevista per alcune attività imprenditoriali, sempre più clienti ci chiedono info in merito ad argomenti quali l'eventuale necessità di revisione del DVR (Documento di Valutazione dei Rischi), le procedure e i protocolli COVID-19 da seguire per la riapertura (come mettersi in regola con i protocolli anticovid), sulla necessità o meno di effettuare sanificazione degli ambienti di lavoro (se e come farlo).


Studio Amich Consulting Engineers ha predisposto una consulenza apposita (anche online) per affiancare gli imprenditori che devono ripartire con le attività lavorative.


Per evitare sanzioni e spese inutili, contattaci al più presto:

Mail: info@studioamich.it - Tel. 347.5923479



PROTOCOLLO CONDIVISO del 24 Aprile 2020 per le MISURE di CONTRASTO e CONTENIMENTO COVID-19 negli AMBIENTI DI LAVORO

Studio Amich - Consulting Engineers
Pubblicato da in SICUREZZA SUL LAVORO ·
Tags: protocollocondivisodel24Aprile2020contrastocontenimentoCovid19cantieri


Dal sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Protocollo condiviso del 24 Aprile 2020 di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, scaricabile in pdf:

http://www.mit.gov.it/sites/default/files/media/notizia/2020-04/Protocollo%20cantieri%2024%20aprile%2020.40.pdf





LA NORMA ISO 22301 (Business Continuity) E L'EMERGENZA COVID 19

Studio Amich - Consulting Engineers
Pubblicato da in SISTEMI DI GESTIONE ·
Tags: ISO22301businesscontinuitymanagementsystemcovid19emergenzacoronavirus




In periodi di emergenza come quello attuale da Covid 19, la norma UNI EN ISO 22301: 2019 (Business Continuity Management System) può essere di supporto a quelle aziende che, indipendentemente dal settore di appartenenza, debbano operare in uno scenario socio/economico particolare e/o di emergenza.


L'applicazione della norma (implementando un efficace sistema di gestione per la continuità operativa) consente di prevenire e affrontare una serie di problematiche e rischi che possono essere fatali per la solidità o addirittura per la sopravvivenza dell'azienda.


La norma ISO 22301 specifica in particolare, i requisiti per attuare, mantenere e migliorare un sistema di gestione per proteggere l'organizzazione, ridurre le probabilità, prepararsi, rispondere e riprendersi dalle interruzioni quando queste si verificano.


La struttura della norma ISO 22301 è simile a quella della più nota ISO 9001, integrabile con la stessa, e riporta in particolare al Cap. 8, a valle dell'analisi di impatto operativo e di valutazione del rischio, l'identificazione e la selezione di strategie e soluzioni per la continuità operativa, nonchè la predisposizione di piani per assicurare detta continuità.


Pertanto la corretta applicazione della norma ISO 22301 assicura la capacità dell'organizzazione di continuare a fornire prodotti e servizi in tempi e quantità accettabili anche durante l'emergenza.


Per emergenze si intendono non solo quella attuale da Covid 19, ma anche quelle derivante da altri eventi drammatici quali ad esempio terremoti, alluvioni, ecc..., ovvero tutte quelle che possono cambiare la vita delle persone e delle attività aziendali in modo drastico.



 

 




Covid-19 e Formazione in aula - Art. 37 Dlgs 81/08

Studio Amich - Consulting Engineers
Pubblicato da in FORMAZIONE ·
Tags: covid19emergenzacoronavirusformazioneinaulaart.3781/08corsirinviaresmartworking



L'emergenza coronavirus (o Covid-19), ha fermato da tempo la classica formazione in aula ai lavoratori (Art. 37 Dlgs 81/08), per ovvi motivi.

Molti sono i corsi in aula che, anche noi, abbiamo dovuto rinviare a data da definirsi.

Il nuovo protocollo per tutelare la salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro (del 14 marzo 2020) ha però modificato tale situazione; in particolare dalla Regione Veneto vi è stato un'aggiornamento delle indicazioni in materia Covid-19 per gli ambienti di lavoro non sanitari e relativo alla formazione e alle verifiche periodiche.

Ovvero, per quanto attiene la formazione:

“resta ferma la possibilità di svolgimento di attività formative a distanza, modalità che si ritiene applicabile anche alla formazione obbligatoria prevista dall'articolo 37 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e disciplinata dagli Accordi in sede di Conferenza Stato-Regioni. Pertanto, fino al termine dell’emergenza, l’eventuale formazione a distanza effettuata mediante collegamento telematico in videoconferenza tale da assicurare l’interazione tra docente e discenti (ciascuno in solitaria, essendo esclusa qualsiasi forma di aggregazione in tale ambito) si ritiene equiparata a tutti gli effetti alla formazione in presenza”.


Studio Amich Consulting Engineers dispone dei mezzi informatici per erogare la formazione in modalità collegamento telematico (smart working).


Per ulteriori info contattaci qui






Torna ai contenuti | Torna al menu